L’epidemia fa crescere la vendita di smartwatch

L’epidemia fa crescere la vendita di smartwatch

19 Giugno 2020 Off Di RM

Crescita a doppia cifra a/a

Il primo trimestre del 2020 si è rivelato una sfida per il settore delle tecnologie di consumo, in quanto il blocco ha spinto molti a rimandare i loro acquisti.

Tranne, a quanto pare, nel segmento degli smartwatch.

Secondo l’analista Canalys, il settore ha consegnato 14,3 milioni di smartwatch a livello globale nel primo trimestre del 2020, con un aumento del 12% rispetto all’anno precedente.

Apple, che occupa il 36,3 per cento del segmento, è rimasta prevedibilmente in testa con 5,2 milioni di unità spedite nei tre mesi. Tuttavia, queste cifre sono inferiori a quelle del 2019, dove l’azienda ha spedito 6 milioni di smartwatch, con un calo del 13 per cento.

Segue Huawei, che ha registrato una crescita del 113 per cento rispetto all’anno precedente, con spedizioni che sono passate da 1 milione nel primo trimestre del 2019 a 2,1 milioni nel primo trimestre del 2020.

Mentre Samsung e Garmin sono riuscite entrambe a ottenere una crescita a due cifre delle spedizioni, con un aumento rispettivamente del 46 e del 39%, l’acquisizione di Fitbit da parte di Google ha avuto difficoltà, con un calo del 21% a 0,9 milioni di spedizioni.

Parte del problema è che i prodotti base per il fitness rappresentano ancora una buona parte della gamma Fitbit. Questi dispositivi più economici hanno subito diversi trimestri di declino, mentre i prodotti più complicati per gli smartwatch hanno conquistato il favore dei consumatori.

Fitbit è anche una sorta di outlier del settore. Samsung e Garmin hanno costruito sulle fondamenta di Google Wear OS, ma Fitbit mantiene il proprio ecosistema software. Anche se questo comporta alcuni vantaggi (con Fitbit che ha il monopolio dei pagamenti mobili attraverso i suoi wearables), ciò significa che gli utenti non sono in grado di sfruttare il più ampio entusiasmo degli sviluppatori per Wear OS.

Google ha dichiarato l’intenzione di acquistare Fitbit per 2,1 miliardi di dollari e si prevede che l’affare si concluderà entro la fine dell’anno, previa approvazione delle autorità di regolamentazione.

Gli analisti di ABI Research si aspettano che i settori degli smartwatch e del fitness wearable si dimostrino relativamente resistenti all’attacco di COVID-19 a causa della loro natura incentrata sulla salute. I dispositivi moderni possono tenere traccia di parametri come la saturazione di ossigeno, la pressione sanguigna e altre statistiche pertinenti.