Non vogliono pubblicare i libri della mamma di Harry Potter

Non vogliono pubblicare i libri della mamma di Harry Potter

20 Giugno 2020 Off Di RM

I dipendenti della Hachette minacciano l’esodo se sarà pubblicato l’ultimo libro di JK Rowlings

Un commento interpretato come trans-fobico sta procurando un sacco di problemi alla creatrice della serie di libri sul famoso maghetto.

Per questa ragione, i dipendenti del settore libri per bambini della casa editrice Hachette dicono che non vogliono lavorare sull’ultimo libro della Rowlings a causa delle sue uscite sul sesso biologico come unico sesso e che esistono solo due sessi.

Hachette sostiene la Rowling, avendo rilasciato una dichiarazione che dice: “Siamo orgogliosi di pubblicare la favola per bambini di JK Rowling, The Ickabog. La libertà di parola è la pietra angolare dell’editoria”.

“Noi crediamo fondamentalmente che ognuno abbia il diritto di esprimere i propri pensieri e le proprie convinzioni. Ecco perché non commentiamo mai le opinioni personali dei nostri autori e rispettiamo il diritto dei nostri dipendenti di avere una visione diversa”, ha aggiunto l’azienda.

“Non faremo mai lavorare i nostri dipendenti su un libro di cui trovano sconvolgente il contenuto per motivi personali, ma facciamo una distinzione tra questo e il rifiuto di lavorare su un libro perché non sono d’accordo con le opinioni di un autore al di fuori della loro scrittura, il che va contro il nostro credo nella libertà di parola”, ha osservato anche la dichiarazione.