vaccination-certificate

Arriva il certificato vaccinale EU

Si tratta di una misura temporanea che serve a facilitare i viaggi finché dura la pandemia.

L’accordo deve essere approvato dal Parlamento, probabilmente tra il 7 e il 10 giugno, per poi entrare in vigore dal 1 luglio 2021.

In pratica chi è stato vaccinato potrà avere un documento, su carta e/o digitale, che certifica che la persona è stata vaccinata, oppure che è negativa ad un tampone recente, o che è guarita dalla Covid-19.

I paesi membri devono accettare i certificati di chi è stato vaccinato con uno dei vaccini approvati dalla EMA, ma i diversi paesi membri potranno decidere se accettare vaccinazioni fatte con vaccini diversi.

Sono quindi 3 certificati distinti che gli stati della EU emetteranno e che saranno poi accettati dagli altri membri.

Il regolamento sui certificati Covid resterà in vigore per 12 mesi, e non sarà una condizione per poter viaggiare.

La Commissione ha stabilito che almeno 100 milioni saranno disponibili per l’acquisto di test, soprattutto per i cittadini dell’Unione che spesso devono passare le frontiere per motivi di necessità, come lavoratori e studenti.

Nell’accordo si è anche stabilito che i paesi UE non devono imporre altre misure restrittive a chi viaggia, come la quarantena, a meno che non sia necessario per ragioni di salute pubblica, e comunque da comunicare agli altri stati membri dell’Unione Europea.

CONDIVIDI QUESTO POST

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su whatsapp
Condividi su pocket
Condividi su reddit
Condividi su telegram
Torna su