Yang Jiechi e Nikolai Patrushev

Cina e Russia si coordinano contro gli USA

Il massimo diplomatico cinese a Mosca per la sicurezza


Yang Jiechi incontrerà Nikolai Patrushev per l’ultimo giro di consultazioni strategiche tra i due paesi

Mosca e Pechino giocano sulla cooperazione mentre persistono le cattive relazioni con Washington.

Il più alto diplomatico cinese visiterà la Russia la prossima settimana per colloqui strategici, un altro passo nella strategia di rafforzare i loro legami di fronte alle tensioni con gli Stati Uniti.

Yang Jiechi, membro del Politburo del Partito Comunista Cinese, co-presiederà la 16a consultazione strategica di sicurezza Cina-Russia con Nikolai Patrushev, segretario del Consiglio di Sicurezza della Russia, ha detto domenica il ministero degli Esteri cinese.

Yang, che è considerato il più fidato aiutante di politica estera del presidente Xi Jinping, visiterà anche la Slovenia e Croazia nel viaggio di quattro giorni, che inizia lunedì.

Sia Pechino che Mosca accusano Washington di “formare combriccole (di nazioni) per cercare lo scontro fra blocchi” creando legami più stretti attraverso alleanze come il Quad, una struttura informale di coordinamento (ovviamente anti Cina) fra Stati Uniti, Giappone, Australia e India.

Dall’inizio del 2021, la Cina e la Russia stanno cercando di mettere in risalto le loro relazioni, e proprio la settimana scorsa, durante una cerimonia online per lanciare la costruzione di quattro nuovi reattori nucleari in Cina, Xi ha detto che i due paesi si sono “fermamente sostenuti a vicenda e hanno cooperato strettamente ed efficacemente” di fronte all’epidemia di coronavirus e ai “cambiamenti mai visti in un secolo”.

Anche Putin ha fatto rilevare come le relazioni tra i due paesi avessero “raggiunto il più alto livello nella storia“.

Mosca e Pechino hanno preso posizioni simili sui recenti conflitti in tutto il mondo, compresa l’approvazine del cessate il fuoco fra Israele e i gruppi armati palestinesi.

A marzo, i due paesi hanno istituito una piattaforma di dialogo sulla sicurezza regionale, anche se ci sono pochi dettagli sull’iniziativa.

CONDIVIDI QUESTO POST

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su whatsapp
Condividi su pocket
Condividi su reddit
Condividi su telegram
Torna su