AI Header

Gli Stati Uniti lanciano AI.gov

Il nuovo sito AI.gov fa parte del programma di sensibilizzazione per guidare la comprensione dell’Intelligenza Artificiale (AI), sia nel settore pubblico che in quello privato.

AI.gov fornirà informazioni e notizie sull’intelligenza artificiale, e permetterà l’accesso agli aggiornamenti legislativi e alle ricerche sulle tecnologie correlate all’AI.

“La leadership decennale dell’America nella R&S sull’AI, ha portato a tecnologie all’avanguardia e trasformative che stanno migliorando la vita, facendo crescere industrie innovative, potenziando i lavoratori e aumentando la sicurezza nazionale”

Questi successi sono il risultato di una forte enfasi a lungo termine su programmi di ricerca fondamentale, visionari, competitivi, ad alto rendimento, che fanno avanzare le frontiere dell’AI. Gli investimenti in R&S dell’IA negli Stati Uniti sono misurati non solo dalla quantità di investimenti finanziari, ma anche dalla qualità e dall’impatto dei risultati.

Il lancio del sito arriva dopo che il National AI Initiative Act è diventato legge il 1° gennaio di quest’anno.

Il sito sarà gestito dal National Artificial Intelligence Initiative Office (NAIIO), una parte del White House Office of Science and Technology Policy (OSTP).

Il sito è parte del mandato del NAIIO di intraprendere programmi regolari di sensibilizzazione del pubblico, promuovere l’accesso alle tecnologie AI e delineare le migliori pratiche.

Il sito stesso dettaglia i rapporti recenti e le agenzie chiave che attualmente utilizzano l’IA o prevedono di farlo nel prossimo futuro, tra cui il Dipartimento dell’Energia, la NASA e il Dipartimento di Stato.

I sei pilastri strategici dell’IA sono anche delineati sul sito – tra cui innovazione, avanzamento dell’IA affidabile, istruzione, formazione, infrastrutture, applicazioni e cooperazione internazionale. I pilastri sono ciò che il governo degli Stati Uniti considera essenziale per raggiungere il suo obiettivo di essere leader mondiale dell’IA.

Gli Stati Uniti rischiano di perdere l’iniziativa a favore della Cina in termini di innovazione AI, secondo un rapporto della Commissione di sicurezza nazionale sull’intelligenza artificiale, scritto da un team che comprendeva l’ex CEO di Google Eric Schmidt, Safra Catz di Oracle, Eric Horvitz di Microsoft e Andy Jassy di Amazon, tra gli altri.

Questi capi d’industria hanno suggerito che la Cina “possiede la forza, il talento e l’ambizione di superare gli Stati Uniti come leader mondiale dell’IA nel prossimo decennio, se le tendenze attuali non cambiano”, e che gli Stati Uniti rischiano conseguenze disastrose se non riescono a investire in tecnologie chiave e integrare pienamente l’IA nelle loro forze armate.

CONDIVIDI QUESTO POST

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su whatsapp
Condividi su pocket
Condividi su reddit
Condividi su telegram
Torna su