delta variant

La variante Delta e quanto è pericolosa

La variante Delta, rilevata in 80 paesi dopo aver devastato l’India durante la seconda ondata di quella nazione, ha alcune mutazioni significative nella proteina spike del virus.

Queste punte sono come ganci che devono trovare i recettori in una cellula umana per collegarsi. Gli studi hanno dimostrato che queste punte si agganciano ai recettori chiamati ACE-2. Una volta che queste proteine spike possono sbloccare le cellule, l’infezione si diffonde replicando il codice genetico del virus.

Alcune mutazioni chiave nella variante Delta, come E484Q, L452R e P614R, rendono più facile per i picchi del virus di attaccarsi ai recettori ACE-2. Questo significa che può infettare e replicarsi più velocemente, e anche eludere l’immunità naturale del corpo che combatte la malattia in modo più efficiente. Il suo più alto tasso di riproduzione significa che una persona con la variante Delta può infettare più persone.

Ma c’è speranza che coloro che sono completamente vaccinati siano ragionevolmente protetti contro le malattie gravi. Secondo i dati di Public Health England, il vaccino mRNA di Pfizer è efficace al 96%, e il vaccino di AstraZeneca al 92% contro le ospedalizzazioni dopo due dosi.

Quindi una gran parte della popolazione completamente vaccinata è fondamentale per i paesi in cui la variante Delta è prevalente.

CONDIVIDI QUESTO POST

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su whatsapp
Condividi su pocket
Condividi su reddit
Condividi su telegram
Torna su