arrivi internazionali aeroporto

Niente Australia per chi è stato in India

Multe e carcere per gli australiani che tornano in patria


Con questa misura temporanea è la prima volta che l’Australia ha reso un reato penale per i suoi cittadini il ritorno a casa.

I residenti e i cittadini australiani che sono stati in India entro 14 giorni dalla data in cui hanno intenzione di tornare a casa, saranno banditi dall’entrare in Australia a partire da lunedì e coloro che disobbediranno dovranno affrontare multe e carcere.

La mossa fa parte di misure rigorose per fermare i viaggiatori in Australia dall’India mentre si confronta con un’impennata di casi e morti di Covid-19.

Le restrizioni entrano in vigore dal 3 maggio e la violazione del divieto rischia sanzioni civili e fino a cinque anni di reclusione, ha detto il ministro della Salute Greg Hunt in una dichiarazione.

“Il governo non prende queste decisioni alla leggera”, ha detto Hunt. “Tuttavia, è fondamentale che l’integrità della salute pubblica australiana e i sistemi di quarantena siano protetti e che il numero di casi di Covid-19 nelle strutture di quarantena sia ridotto a un livello gestibile”.

Il governo riconsidererà le restrizioni il 15 maggio.

Il bilancio dei morti per coronavirus in India ha superato i 200.000 questa settimana, e i casi hanno superato i 19 milioni mentre nuovi ceppi virulenti si sono combinati con eventi “super-spreader” come raduni politici e feste religiose.

L’aumento dei casi ha portato il presidente Joe Biden a imporre nuove restrizioni di viaggio in India venerdì, impedendo alla maggior parte dei cittadini non americani di entrare negli Stati Uniti.

Anche altri paesi hanno imposto blocchi agli arrivi dall’India, come nel Regno Unito dove chiunque non sia cittadino britannico o irlandese non può entrare nel Regno Unito se ha visitato l’India nei precedenti 10 giorni

CONDIVIDI QUESTO POST

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su whatsapp
Condividi su pocket
Condividi su reddit
Condividi su telegram
Torna su