kz

Non c’è nessun nuovo virus in Kazakistan

Il picco di polmoniti “anomale” riportate dai media cinesi forse è la solita Covid-19

Tutto sarebbe nato da un equivoco: le autorità cinesi avevano lanciato un avvertimento per chi si doveva recare in Kazakistan su un picco di polmoniti nel paese dell’Asia Centrale, avvertimento poi ripreso dai media cinesi che avevano scritto di polmonite sconosciuta più letale della Covid-19.

Il governo kazako ha smentito ufficialmente la notizia cinese, bollandola come fake news, e giustamente voglia evitare inutile clamore anche perché la letalità della Covid-19 è molto bassa, come dimostra il fatto che, ad oggi, i casi sono stati 56.455 con solo 264 vittime.

In effetti, sembra che effettivamente ci sia stato un aumento di polmoniti in Kazakistan, ma non di elevata letalità, come è invece è accaduto in Italia, in Brasile e Stati Uniti, e che probabilmente sono effetto della “classica” Covid-19, cosa di cui è convinta anche l’OMS che ha rilasciato un comunicato.

CONDIVIDI QUESTO POST

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su whatsapp
Condividi su pocket
Condividi su reddit
Condividi su telegram
Torna su