Screenshot_20220113_153021

Com’era verde una volta il Sahara

Pitture preistoriche lo dimostrano

Il Sahara è di gran lunga il più grande deserto della terra. Ma non è sempre stato così, i fossili dell’enorme (e strano) dinosauro Spinosaurus sono stati trovati nel Sahara da quelli che un tempo erano fiumi e paludi.

Ma non è necessario tornare indietro di 99,5 milioni di anni fa per trovare un Sahara verde: meno di 10.000 (o anche 6.000) anni andranno bene.

Le pitture rupestri e l’arte rupestre tra 14.600 e 5.000 anni fa ci mostrano che il Sahara era un luogo molto diverso.

Questo periodo di un Sahara verde è conosciuto come il periodo umido. Fu un periodo climatico in Africa che durò dal tardo Pleistocene e dalle epoche geologiche dell’Olocene. Durante questo periodo l’Africa settentrionale era molto più umida di oggi. Gran parte di quello che oggi è deserto era coperto da erbe, alberi e laghi.

Il cambiamento climatico è stato causato dai cambiamenti nell’orbita terrestre attorno al Sole.

Durante il precedente ultimo massimo glaciale il Sahara era per lo più disabitato ed era molto più grande di oggi (anche il Lago Vittoria potrebbe essere stato asciutto).

Il periodo umido africano iniziò circa 14.600 anni fa e il Sahara andò in una drammatica ritirata fino a circa 6.000-5.000 anni fa. Il lago Ciad si è gonfiato e i ghiacciai sono cresciuti sul monte Kilimangiaro.

Con l’aumento dell’acqua venne l’erba, con l’erba vennero gli animali al pascolo, e con gli animali al pascolo vennero i cacciatori – come gli esseri umani. In questo periodo, il Sahara era ampiamente abitato (ed è anche noto per aver contribuito a dare vita alla civiltà faraonica).

Queste persone avevano lasciato molti siti archeologici con molte pitture rupestri. Questi cacciatori-raccoglitori dipingevano ciò che vedevano intorno a loro. Mentre chiunque lì oggi vedrà solo il deserto, hanno visto giraffe e molti dei famosi animali selvatici dell’Africa. Alla fine del periodo, gli esseri umani (e altri animali) abbandonarono gradualmente il deserto, di nuovo inospitale.

Oggi il Sahara è una terra rada e inospitale, ma ricca di incredibili sorprese. Alcuni dei tesori del Sahara possono essere apprezzati solo dall’alto.

CONDIVIDI QUESTO POST

Torna su