2021-10-25-image-11-j_1100

Tesla hackerate a distanza

Un giovane hacker ha preso il controllo di diverse auto in diversi paesi

Questa settimana, un adolescente ha riferito di aver ottenuto l’accesso remoto a circa due dozzine di auto Tesla in più paesi e sta cercando di contattare i loro proprietari.

L’elenco delle cose che può fare ai veicoli colpiti è lungo e pericoloso.


Il diciannovenne specialista della sicurezza IT David Columbo ha riferito in un thread di Twitter lunedì e martedì di aver ottenuto il controllo completo di oltre 25 Tesla in 13 paesi all’insaputa dei loro proprietari.

Non vuole rivelare esattamente come ha fatto fino a quando non segnala la vulnerabilità all’organizzazione no profit Mitre.

Tuttavia, Columbo ha affermato che era dovuto a errori da parte dei proprietari, non a un difetto di sicurezza nel software di Tesla.

Colombo ha detto che potrebbe cercare la posizione precisa di ogni auto, disabilitare la loro sicurezza, aprire porte e finestre anche mentre sono in viaggio, riprodurre musica e video di YouTube a tutto volume e altro ancora. Sebbene Colombo non possa guidare a distanza le auto, potrebbe rubarle se si trovasse nelle loro posizioni fisiche. Il team di sicurezza di Tesla ha già detto a Columbo che lo stanno esaminando.

Anche se Columbo afferma che non è colpa di Tesla, potrebbe comunque essere un problema di pubbliche relazioni per l’azienda, che dipinge le auto come sempre più vulnerabili nella mente dei consumatori. Verso la fine dello scorso anno, Tesla ha richiamato un numero significativo di veicoli venduti negli Stati Uniti per problemi al cofano del bagagliaio. Questo incidente potrebbe anche influenzare lo sviluppo della modalità di guida autonoma di Tesla, che è ancora in versione beta.

CONDIVIDI QUESTO POST

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su whatsapp
Condividi su pocket
Condividi su reddit
Condividi su telegram
Torna su